Compagni di scuola compie 30 anni: cinque curiosità sul film di Verdone

Compagni di scuola: il cast

Compagni di Scuola, mitico film con Carlo Verdone, compie trent’anni. La pellicola uscì in Italia il 21 dicembre 1988 ed è stato uno dei più grandi successi del regista romano. A distanza di tanto tempo, però, ci sono ancora particolari e aneddoti che non tutti conosco. Scopriamone alcuni insieme.

L’ira di Cecchi Gori

Se fosse stato per Mario Cecchi Gori, Compagni di scuola non sarebbe mai stato realizzato. Come lo stesso Verdone ha raccontato sui social, infatti “il  produttore, dopo aver letto il copione, me lo tirò addosso. Duecento pagine in terra!!”

Il pentimento arrivò all’uscita del’anteprima. Infatti, appena vide l’anteprima corse a scusarsi. Come ha scritto ancora Verdone:  “si alzò dalla poltrona e mi venne incontro col sigaro in bocca, dicendomi ‘Tu mi freghi sempre. Li giri meglio di come li scrivi'”.

Nancy Brilli l’intrusa

Nancy Brilli non doveva far parte del cast di Compagni di scuola. A consentirle di avere la parte di Federica Polidori fu…il suo matrimonio! All’epoca, infatti, era sposata con Massimo Ghini (che interpreta Mauro Valenzani). Accompagnò il marito ad una prova costumi e venne scritturata. Dato che all’epoca aveva appena 24 anni, dovette subire un invecchiamento scenico di circa 10 anni per poter interpretare la parte.

Il debutto del “libraio”

C’è anche un altro esordio da ricordare in Compagni di scuola: quello di Angelo Bernabucci, morto nel 2014 a 70 anni. L’uomo, prima di recitare nel film di Verdone abitava in Via Giulia, poco lontano dall’abitazione del regista ed esercitava la professione di libraio. Carlo, mentre si trovava nell’officina meccanica di un conoscente comune, ne notò la cadenza e lo volle per affidargli la parte di Walter Finocchiaro. Quel film segnò la svolta dal punto di vista professionale di Bernabucci.

Il Sironi battuto all’asta

Ricordate la scena in cui Tony Brando (Christian De Sica), stella cadente del mondo dello spettacolo, a causa della sua disastrosa condizione economica, tenta di battere cassa rifilando “una crosta” spacciata spudoratamente per un autentico Sironi al cinico macellaio Walter Finocchiaro (Angelo Bernabucci)? Ebbene, Carlo Verdone ha firmato proprio quella copia del falso Sironi apparso nel film. Il dipinto è stato poi messo all’asta per beneficenza.

Una storia (quasi) vera

Compagni di scuola nasce da un’esperienza poco felice di Carlo Verdone e Christian De Sica. I due cognati sono stati, infatti, anche compagni di scuola. Anche loro parteciparono ad una rimpatriata che non ebbe gli esiti sperati. Da qui, dunque, arrivò l’idea di un film che parlasse dei cambiamenti avvenuti a distanza di anni tra persone divenute molto diverse da come ci si attendeva ai tempi del liceo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.